Blog

Risultati di ricerca diversificati con i nuovi criteri di ranking

data analysis

Novità in casa Google: risultati di ricerca più diversificati grazie a nuovi criteri di ranking. 

 

Come annunciato su Twitter, Google ha aggiornato i criteri di valutazione per la definizione del posizionamento dei risultati di ricerca. Lo scopo principale è quello di mostrare un insieme più diversificato di contenuti e fornire così agli utenti una migliore esperienza.

 

Diversificare i risultati di ricerca

È da tempo che gli utenti, così come gli esperti SEO, sottolineano come Google alle volte mostri troppi risultati di uno stesso dominio (4-5) tra i primi della pagina dei risultati di ricerca (SERP) per una determinata query. 

 

Nuovo obiettivo di Google è quello di non mostrare più di due risultati dello stesso dominio, così come rilasciato nel comunicato:

 

 A new change now launching in Google Search is designed to provide more site diversity in our results […] This site diversity change means that you usually won’t see more than two listings from the same site in our top results.

 

Una nuova funzione è stata lanciata in Google Search, pensata per offrire una maggior differenziazione nei risultati […] che significherà non mostrare più di due risultati dello stesso sito nei primi risultati della ricerca

ranking google search

Come gestirà i sottodomini?

Lo stesso vale per i sottodomini, che saranno considerati come parte del dominio principale e verranno quindi compresi tra i due risultati mostrati agli utenti.

 

Eccezioni

Tuttavia Google si riserva il diritto di mostrare più di due risultati dello stesso dominio quando lo ritiene più appropriato.

 

However, we may still show more than two in cases where our systems determine it’s especially relevant to do so for a particular search.

 

Lo stesso vale per i sottodomini, che verranno trattati come sito a sé stante quando il contenuto risulterà pertinente e rilevante per la ricerca.

 

Miglioramento continuo

Obiettivo principale di questa novità è quello di offrire agli utenti la migliore esperienza online, proponendo contenuti sempre più pertinenti e vicini alle loro necessità.

Oltre che a garantire una migliore diversificazione dei risultati della ricerca.

 

Sarà dunque importante monitorare l’impatto di questa novità sul posizionamento del proprio sito nei risultati di ricerca per una determinata query, soprattutto se è strettamente connessa alla reputazione di un brand.

 

Per approfondimenti:

Google Search Liaison